VALORI DELLA CORRENTE DA FULMINE

Livelli della Protezione da fulmine (LPL) e capacità di scarica degli SPD

La serie di norme EN 62305 standardizza quattro livelli di protezione con efficienza decrescente e li classifica secondo un indice chiamato livello di protezione LPL. La tabella seguente ne riassume il contenuto.

Lightning Protection Levels (LPLs) and SPD discharge capability

● Requisiti della capacità di scarica secondo la norma EN 62305

TABELLINA PAG17

Per poter dimensionare il parametro della capacità di scarica degli SPD è necessario determinare il valore di corrente impulsiva nel punto d'installazione dell'SPD. Tale valore dipende essenzialmente dal punto d'impatto del fulmine e dalla ripartizione della corrente all'interno della struttura e i vari servizi/conduttori dell'installazione elettrica.

La serie di norme EN 62305 fornisce tutte le informazioni necessarie a calcolare questo parametro nel caso della Sorgente di danno S1, mentre fornisce l'indicazione dei valori da assumere per le Sorgenti di danno S2, S3 e S4.
La norma fornisce anche le analoghe informazioni per gli impianti di telecomunicazione, in quanto anch'essi interessati dallo stesso fenomeno.

La capacità di scarica degli SPD è importante in quanto la norma EN 62305-2 (valutazione del rischio) affida a questo parametro il fattore di protezione fornito dal sistema di SPD installato (vedi tabella a fianco).

La norma per la soluzione pratica di tanti casi, al fine di ridurre il rischio a valori accettabili, sovradimensiona il sistema di SPD maggiorandone le prestazioni (incremento della Iimp, della In, associate all'LPL di I livello).

Il concetto di ridondanza è applicato alla capacità di scarica, ma è importante che anche le altre caratteristiche fondamentali degli SPD, come il livello di protezione (Up), devono essere aumentate e adattate alla più severa condizione calcolata.

● Capacità di scarica secondo le Norme HD 60364-5-534 e CEI 64-8; V5

Le norme HD 60364-5-534 e CEI 64-8; V5 in occasione di scariche indirette sulla linea entrante, ma anche per scariche dirette quando non ci sono sufficienti dati per calcolarle secondo EN 62305-2, prevede dei requisiti minimi per il valore della capacità di scarica. Per ciascun modo di protezione essi sono:

  • Per le scariche indirette la corrente nominale In ≤ 5 kA 8/20 μs. Nel caso d'installazioni con connessione di tipo CT2 (3+1 / 1+1) per gli SPD N-PE il valore minimo è di 20 kA 8/20 μs nei sistemi trifasi e di 10 kA 8/20 μs nei sistemi monofase. Va tuttavia rilevato che il valore minimo di 5 kA 8/20 μs è considerato in modo quasi unanime un valore sottodimensionato. Noi pertanto raccomandiamo un valore minimo di In di 10 kA 8/20 μs.
  • Per le scariche dirette la corrente ad impulso Iimp ≥ 12,5 kA 10/350 μs. Nel caso d'installazioni con connessione di tipo CT2 (3+1 / 1+1) per gli SPD N-PE il valore minimo è di 50 kA 10/350 μs nei sistemi trifasi e di 25 kA 10/350 μs nei sistemi monofase.

 

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedin